Il nuovo Shakhtar dopo l'era Fonseca

Pagine Romaniste

Pagine Romaniste

Tutti i video di Pagine Romaniste

1112 visualizzazioni

Di nuovo il passato sulla strada futura di Paulo Fonseca. Il sorteggio degli ottavi di finale di Europa League infatti ha stabilito che il prossimo avversario della Roma sarà lo Shakhtar Donetsk, squadra incontrata nell'incredibile cammino in Champions League nel 2018 e soprattutto ex club dell’allenatore portoghese, che già aveva ritrovato ai sedicesimi una sua vecchia conoscenza, lo Sporting Braga.

Lo Shakhtar, da quando Fonseca è andato via per venire a Roma, è allenato da Luis Castro: "Paulo è un amico. Abbiamo lavorato insieme al Porto. Quando ha lasciato lo Shakhtar, sono entrato a sostituirlo. È un grande allenatore con una grande conoscenza e una grande qualità del calcio. Ma la partita non sarà contro Paulo Fonseca, ma contro la Roma. L’obiettivo è andare oltre. Come possiamo farlo? Vedremo. Affronteremo queste partite con assoluta calma". Il modulo preferito del tecnico portoghese è il 4-2-3-1 ma spesso utilizza anche il 4-3-3 o il 3-5-2. La squadra negli ultimi anni non è cambiata più di tanto, per questo motivo ci sono diversi giocatori che sono stati allenati da Fonseca come Dodò, Marlos, Taison, Matvienko, Tetè e Stepanenko. Una delle stelle però è sicuramente Taison, attenzione anche al veterano Marlos. Ma i più pericolosi sono Alan Patrick (5 gol e 3 assist) e Solomon (5 gol e 1 assist). Merita una menzione il giovane portiere Trubin, uno dei migliori prospetti europei tra i pali.

Lo Shakhtar si presenta a Roma da secondo in classifica a meno quattro dalla Dinamo Kiev. La squadra ucraina è retrocessa in Europa League dopo il terzo posto nel girone Champions Ai sedicesimi nessun problema contro il Maccabi Tel Aviv (3-0 totale tra andata e ritorno). Nel gruppo Champions invece ha battuto per ben due volte il Real Madrid. L’Inter di Antonio Conte in entrambe le gare ha pareggiato 0-0. Solo il Borussia Monchengladbach è riuscito a batterlo per due volte segnando in totale 10 gol. Per i giallorossi saranno due partite molto difficili, soprattutto quella della prossima settimana quando si giocherà in Ucraina. La Roma al ritorno dovrà fronteggiare anche le rigide temperature dell’Olimpiyskiy di Kiev. Inoltre ci saranno anche 10mila tifosi sugli spalti ad incitare e supportare i propri beniamini.

Ti potrebbero interessare

  • Condividi
  • Codice da incorporare