Mourinho, lo Special One sbarca a Roma 12 anni dopo "zero tituli"

Pagine Romaniste

Pagine Romaniste

Tutti i video di Pagine Romaniste

19697 visualizzazioni

La notizia di José Mourinho alla Roma ha fatto scatenare tutti i tifosi giallorossi e non solo. I Friedkin così hanno piazzato il loro vero primo grande colpo prendendo uno degli allenatori più vincenti di sempre (8 campionati nazionali, 2 Europa League, 2 Champions League, 5 Supercoppe nazionali e 8 coppe nazionali con Porto, Inter, Chelsea, Real Madrid e Manchester United, ndr). Il portoghese ha praticamente vinto ovunque sia andato. Serviva uno come lui per risollevare la Roma. Lo Special One ha firmato un contratto triennale che scadrà il 30 giugno 2024. In questi tre anni proverà a far vincere un trofeo che a Roma manca ormai da più di 10 anni. 

Con lui cambierà tutto, a Trigoria ci sarà una vera e propria rivoluzione. Se il portoghese ha accettato vuol dire che ha avuto delle garanzie sul mercato: "Ringrazio la famiglia Friedkin per avermi scelto a guidare questo grande Club e per avermi reso parte della loro visione. Dopo essermi confrontato con la proprietà e con Tiago Pinto ho capito immediatamente quanto sia alta l’ambizione di questa Società. Questa aspirazione e questa spinta sono le stesse che mi motivano da sempre e insieme vogliamo costruire un percorso vincente negli anni a venire. L’incredibile passione dei tifosi della Roma mi ha convinto ad accettare l’incarico e non vedo l’ora di iniziare la prossima stagione". Molti giocatori che sembravano al capolinea con la loro avventura capitolina adesso potrebbero tornare protagonisti. Su tutti Edin Dzeko. Il bosniaco ha ancora un anno di contratto e adesso potrebbe rimanere. Mourinho conosce bene Chris Smalling e Henrikh Mkhitaryan, entrambi allenati ai tempi del Manchester United.

Ti potrebbero interessare

  • Condividi
  • Codice da incorporare